Trasferimenti immobiliari

In relazione alle fasi propedeutiche al trasferimento di proprietà si rinvia alla sezione "Acquistare una casa".

L’acquisto di una casa è sempre un passaggio importante della nostra vita, così come la vendita di un immobile sigla momenti densi di significato: dall’investimento, alla trasformazione del patrimonio, dalla necessità ai cambiamenti generazionali.

Il legislatore, al fine di garantire la serietà e la validità della contrattazione, ha previsto che i trasferimenti della proprietà e altri diritti reali debbano avvenire con il ministero di un notaio il quale, ponendosi in situazione di terzietà rispetto al venditore ed all'acquirente, garantisca tanto l'uno che l'altro, assumendo su di sé la piena, incondizionata responsabilità in merito alla positiva conclusione sotto ogni punto di vista, della compravendita.

Il notaio ha esperienza e capacità professionali per poter dare tutte le spiegazioni relative ai diritti ed agli obblighi delle parti nella compravendita, garantendo la protezione ed il completo soddisfacimento degli interessi e delle aspettative di entrambe. E’ importante, dunque, rivolgersi al notaio per venire a conoscenza delle insidie, tanto per chi vende tanto per chi acquista, che possono nascondersi dietro una (apparentemente) banale compravendita. Insidie che, quantunque non lo si creda, si presentano sin dal momento della iniziale decisione di vendere o di acquistare.

Talvolta può infatti capitare che le parti sottovalutino la forza vincolante di una proposta irrevocabile o di un contratto preliminare concluso fra privati.

Detti negozi giuridici, ancorché inidonei a produrre un effetto reale di trasferimento del bene, costituiscono veri e propri obblighi che le parti dovranno rispettare a pena di esser considerati inadempienti.

Può quindi, facendosi un esempio, essere rischioso obbligarsi ad acquistare un dato bene senza prima essersi appurati della situazione urbanistica o della sussistenza o meno di pesi, iscrizioni o trascrizioni pregiudizievoli sullo stesso.

In tal caso infatti, quantunque la controparte si fosse obbligata a garantire la regolarità e “libertà” del bene, si dovrà ricorrere al giudice al fine di determinare la risoluzione del contratto.

Bisogna muovere i primi passi nel difficile mondo della compravendita immobiliare con il piede giusto: lasciatevi guidare dal vostro notaio di fiducia, il quale sarà in grado non solo di farvi raggiungere con soddisfazione e sicurezza il vostro obiettivo, ma vi consiglierà anche le migliori soluzioni sotto il profilo fiscale.